Per Luciano – uno studio sulla pazzia

per luciano

a cura de LAS CANTADORAS 

PER LUCIANO

Uno studio sulla pazzia

“Per Luciano…uno studio sulla pazzia” –  con Tania Boscolo, Stefania Bo, Peola Parini – suoni e percussioni di Gabriele Vigna – drammaturgia e messa in scena di Stefania Bo e Tania Boscolo

Questa è la storia di Luciano Pavese, cresciuto nel Manicomio di Racconigi.

Questa è la storia della nostra pazzia chiamata “sanità mentale”.

Questa è la storia di un folle, un clown, una maschera e un “percuotitore di tamburi” ma è anche la storia di Bruno che ha vissuto coi matti, di Gabriella e le sue colleghe che a Luciano hanno tolto le catene e dell’asina Matilde, che raglia con saggezza profonda.

Tutto nasce per caso, a cena da un’amica che scopriamo essere un’ ex-operatrice della comunità Arcobaleno di Racconigi.

Gabriella Giuliano, colei che ha accudito insieme alle sue colleghe, Luciano Pavese e che durante la prima gita al mare, avendo dimenticato le fasce di contenzione, non può far altro che lasciarlo libero.

In quel momento la nuova vita di Luciano ha inizio..

Attraverso le interviste fatte a Bruno Crippa, la visita insieme a lui all’interno della struttura manicomiale di Racconigi, la testimonianza di Gabriella Giuliano e delle sue colleghe e la conoscenza di Luciano Pavese, insieme al lavoro che in quel momento le autrici stavano svolgendo all’interno della comunità psichiatrica “Il Margine” di Cortandone (AT), nasce lo spettacolo sotto lo sguardo attento dell’asina Matilde.

Lo spettacolo è “bipolare”, comico/drammatico. Strutturalmente multidisciplinare in quanto contiene video, musica dal vivo e recitazione.

 

 

pubblicato settembre 28, 2018 da attioscene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: