Una storia e una tazza di tè… l’inizio   1 comment

Primo giorno…

Cominciamo più tardi del previsto, un pò perchè siamo più lenti del previsto a preparare il tè caldo, un pò perchè a teatranza troviamo degli amici, Lara e Maurizio, e così un pochino intrecciamo le conoscenze sulle rispettive vite.

Ma poi siamo in largo MontebelDSC_3522_tazzadite_smalllo, sistemiamo il nostro bel cartello-Totem, ed iniziamo a raccontare qualche storia. Tra di noi, per iniziare, perchè questa è anche una scusa per leggere qualcosa che pensiamo ci possa piacere, ma che ancora non abbiamo approfondito. E la lettura diventa un momento di conoscenza veemente , in cui cerchiamo di indagare la nostra fantasia, quella di chi legge e di chi ascolta.

Il freddo è pungente ma non doloroso… utile persino.

Qualcuno si ferma un poco, e poi si allontana, oppure lancia un’occhiata frettolosa, ma in generale la piazza è tranquilla, e lascia spazio ad una certa intimità autunnale, che non viene turbata, ma anzi contagia anche il passo affrettato, in un suono quasi ovattato.

Coloro che si fermano e ci parlano, hanno invece un grande trasporto. Con loro scambiamo impressioni di vita e tessiamo contatti, per quanto mi riguarda nessuna interazione porta ad un nulla comunicativo;  per me personalmente, con questo raggiungo un obiettivo di giornata :-).

Il freddo insiste di più col passare delle ore, ed alla fine è il compagno che lasciamo più volentieri, ma che abbiamo maggiore certezza di incontrare oggi… credo in questi giorni impareremo a conoscerci bene.

Oggi (Domenica 23)  saremo in Largo Montebello dalle 14.30 alle 18.30 (forse ad una certa ora, o con la pioggia, cercheremo riparo sotto i portici di Piazza Vittorio), e domani, Lunedì 24, dalle 22.30 l’idea è di vedere la stazione di Porta Nuova nella notte di Natale.

Pubblicato dicembre 23, 2012 da attioscene in Una storia e una tazza di tè 2012

Una risposta a “Una storia e una tazza di tè… l’inizio

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Ciao!!
    Mi sono fatta raccontare un po’ di storie da voi, sorseggiando due tazze di te. Molto piacevole a parte una piccola cosa: il freddo del pavimento stradale che ha oltrepassato le scarpe finendo nei piedi :)) … magari la prox volta potreste provare a mettere un cartone a terra, ai piedi della panchina (oltre a lasciare il catone sulla panchina: e’ stata un’ottima idea 😀 )
    Ridotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: