20 Agosto 2012   1 comment

Un’osservazione da… osservatore. Pagandosi il viaggio e usando la propria auto…
Puoi perderti sulle strade provinciali padane, ritrovarti alla periferia di Pechino; puoi riempirti gli occhi con un’infinito Tour di capannoni industriali; rriflettere su quanto ormai la pianura padana sia poco pianura, ma padana in modo preoccupante… ma alla fine non farai nessun incontro e il viaggio sarà un lento scorrere di pensieri più o meno belli. Insomma, arrivati sulla spiaggia, un po’ l’ho invidiata

JURI DI MOLFETTA

Pubblicato agosto 21, 2012 da attioscene in METTITI NEI SUOI PANNI 2012

Una risposta a “20 Agosto 2012

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Aspettavo con ansia di leggere gli aggiornamenti di questa folle, folle, folle e follissima idea!!! =:-) =:-) Come ho già detto con Paola, la trovo FANTASTICA !!! Domenica sera, mentre invanamente cercavo di studiare e di appiccicare nozioni nel mio cervellino ormai surriscaldato, fagando con la mente ed interrogandomi sul destino del vostro viaggio ( sono davvero curiosa di conoscere le reazioni delle persone che incontrerete!) sono stata folgorata dal ricordo di una frase che avevo letto mesi prima in un libro: mi sono precipitata a cercarla!! Ricordavo molto bene il concetto che l’autore voleva esprimere, ma sfortunatamente non la pagina!!!!!!!! Però, siccome chi si ferma è perduto, con calma ( molta direi) e dopo numerose pagine sfogliate l’ho trovata. Ve la riporto di seguito, con l’augurio che quest’avventura possa essere per voi una MINIERA!!

    “Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare. Darsi tempo, stare seduti in una casa da tè a osservare la gente che passa, mettersi in un angolo del mercato, andare a farsi i capelli e poi seguire il bandolo di una matassa che può cominciare con una parola, con un incontro, con l’amico di un amico di una persona che si è appena incontrata e il posto più scialbo, più insignificante della terra diventa uno specchio del mondo, una finestra sulla vita, un teatro d’umanità dinanzi al quale ci si potrebbe fermare senza più il bisogno di andare altrove. La miniera è esattamente là dove si è: basta scavare.” [Tiziano Terzani – Un indovino mi disse]

    Divertitevi!!!!!!!!!!!!!

    TIZIANA ( Super-Titti per gli amici!!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: